biografie gruppi 2013 PDF Stampa E-mail

The STANLEY

CAESAR "Salad" STANLEY: guitar, bass, vocals
CHRIS STANLEY: bass, guitar, vocals
NIK STANLEY: drums, vocals

https://www.facebook.com/thestanleysmusic

http://www.youtube.com/watch?v=_nSrzNOT3sM

http://www.youtube.com/watch?v=I-jCg5UJ96c

 

 

MOONG

Moong è un sassolino nella scarpa, è una doccia fredda, è un orologio che dice che sei in ritardo. Moong è il sole che entra dalla finestra, è l'odore del caffè, è lo sguardo di una sconosciuta in metrò. Moong è un sorriso falso, un lavoro che non ti piace più, è una corsa sotto la pioggia. Moong è il vento che sbatte le porte, è la scia di un fulmine nel cielo, è il silenzio dopo un vetro infranto. Moong è il ragionamento di un folle, il racconto di un pazzo, è un mendicante che tutti fanno finta di non vedere. Moong è uno specchio deformante, è un immagine sfocata, un dettaglio a cui non avevi fatto caso

 

https://www.facebook.com/moongband?fref=ts

http://moong.bandpage.com/

https://myspace.com/moongband

 

 

FAST ANIMAL AND SLOW KIDS

Il progetto "Fast Animals and Slow Kids" nasce a Perugia alla fine del 2007 come una di quelle cose che si fanno per passare il tempo in inverno.I quattro musicisti coinvolti (Aimone Romizi, Alessandro Guercini, Alessio Mingoli e Jacopo Gigliotti) vanno ancora al liceo e suonano in altre band locali e i FASK sono quindi l'ultimo dei loro pensieri. Fanno canzoni in inglese e provano il lunedì sera nella sala prove dove lavora il batterista. Riescono a fare quasi tre concerti in questa veste ottenendo, fra l’altro, grandi pacche sulle spalle dai loro amici più cari, uniche presenze in tali eventi.
Alla fine del 2009, finito il liceo e iniziati gli agonizzanti pomeriggi universitari, con le altre band in cui suonavano ormai arrivate agli sgoccioli, i quattro decidono di rispolverare in maniera convincente, almeno per essi stessi, i Fast Animals and Slow Kids. Ed è così che arrivano i primi pezzi in italiano, i primi concerti importanti e le prime soddisfazioni. Registrano quindi il loro primo ep "Questo è un cioccolatino" (stampato grazie all'aiuto di Luca Benni dell'etichetta umbra “To Lose La Track”) e nel corso del 2010 aprono concerti nella loro città a gruppi del calibro di Zen Circus, il Teatro degli Orrori, Futureheads e Ministri, riuscendo in estate a partecipare al celebre contest di "Italia Wave Love Festival" e addirittura a vincerlo.
Iniziano anche i primi minitour "spaccaossa" autogestiti, che li portano, più o meno senza sosta, in giro per il Bel Paese (ricordiamo in questo periodo, la memorabile trasferta Catanzaro-Bergamo). Dopo aver convinto Appino e tutta la famiglia Zen CIrcus della validità del loro repertorio live, registrano a febbraio 2011 il loro primo disco intitolato "CAVALLI", prodotto appunto da Andrea Appino e uscito per l'etichetta Ice For Everyone, di proprietà degli Zen.
Il disco, uscito nel novembre 2011, forte di un suono "abrasivo", dovuto principalmente alla registrazione e mixaggio di Giulio Ragno Favero dell'ITDO, riscuote il giusto successo di critica e pubblico, portando i F.A.S.K. di nuovo in giro per l'Italia, prima a seguito degli stessi Zen Circus, poi da soli, nei migliori locali della penisola e nei migliori festival estivi.
A differenza dei loro primi tour, dietro queste date c'è la professionalità della Locusta Booking ed in giro con loro a far si che il tutto suoni granitico c'è il fonico Andrea Marmorini, chitarrista dei seminali La Quiete.

Nel frattempo, tra un concerto e un altro, i Fast Animals ascoltano tanta musica che non avevano mai ascoltato prima e scrivono anche nuove canzoni.
Una volta arrivati ad una decina di pezzi, decidono di andare i registrare i provini nella casa vacanze della famiglia di Aimone.
Soddisfatti del risultato, decidono che anche il loro nuovo disco sarebbe stato registrato lì.
Ed è così che nell’ottobre 2012, con Andrea Marmorini e Jacopo Gigliotti alla produzione, tanti macchinari prestati da amici e conoscenti e tante nuove idee, si rinchiudono al Macchione (la casa vacanze della famiglia Romizi, di fronte al lago di Montepulciano e a pochi chilometri da quello di Chiusi, al confine tra Umbria e Toscana) e registrano mattina e sera i pezzi che andranno a comporre il loro secondo album ufficiale: HYBRIS.

HYBRIS è uscito il 18 Marzo grazie al supporto di Woodworm (una famiglia più che un’etichetta), Audioglobe e Toloselatrack (Vinili).

I Fast Animals and Slow Kids non vedono l'ora che l'ascoltiate.
E questa volta non avrete scuse per non farlo: il disco è in free download qui:
www.woodworm-music.com

https://www.facebook.com/fastanimalsandslowkids?fref=ts
http://www.youtube.com/watch?v=vO9M9KkbFRg
http://www.youtube.com/watch?v=6FO_IJ2vw7Q
http://www.youtube.com/watch?v=SD0R3iMKlbg

 

 

SIXTH MINOR

I SIXTHMINOR sono un duo elettronico composto da Andrea Gallo e Renato Longobardi,
si formano nel 2007 a Napoli. Il sound della band è costituito da un originale mix di contaminazioni in cui risaltano forti influenze post-rock e ambient unite ad una matrice elettronica/glitch/industrial e ad una forte attitudine alla ricerca e alla sperimentazione.

WIREFRAME è il primo full-length dei SIXTHMINOR ed è pubblicato dalla label indipendente Megaphone. L’album, della durata di 40 minuti circa, è composto da 8 tracce in cui elementi ambient e tensioni post-rock si fondono a sferzate elettroniche che virano su toni industrial e dubstep.

Nella composizione delle tracce di WIREFRAME è stato impiegato un elevato numero di strumenti musicali per arricchirne l'alchimia: chitarra, basso, batteria, synth analogici/digitali e drum machine, fino all’utilizzo in chiave sperimentale di algoritmi e vst per la generazione di nuovi paesaggi sonori.

L'album è un’opera difficilmente inquadrabile che fugge dall’essere classificata all’interno di contesti musicali stereotipati e che evidenzia la volontà della band di ricercare nuove sonorità e percorrere la propria via.
Il risultato è un disco moderno, di grande qualità e dal sapore decisamente internazionale.

http://www.sixthminor.com/
https://www.facebook.com/sixthminor
http://www.youtube.com/watch?v=oyZ3wfXtU8w&feature=youtu.be
http://xl.repubblica.it/articoli/sixthminor-il-videoclip-di-blackwood/4171/

 

 

BLACK BEAT MOVEMENT

Black Beat Movement is a six-piece nu funk collective based in Milan, born in 2012 from the union of different musicians coming from various well-established projects (Vallanzaska, Rezophonic, Rootical Foundation) and new talents.
The band experiments with urban noises and neo soul, d’n'b, rap and funk beats.
During 2012 BBM started spreading its music all over the country (jazz festivals, clubs, hip-hop jams) receiving great feedback from the audience. In autumn 2012 the band recorded a five-track first ep /BLACK BEAT MOVEMENT/ and signed a digital distribution with the label Maninalto Records. In february 2013 the Ep will be available on iTunes.
Black Beat Movement is in a beat odissey.


NAIMA FARAO’_vocals
JACOPO BOSCHI_guitar
LUCA BOLOGNA_bass
RICCARDO BRUNO_drum, percussions
LUCA SPECCHIO_saxophone, keyboards
DJ AGLY_scratches

https://www.facebook.com/theblackbeatmovement?fref=ts
http://www.blackbeatmovement.com/main/
http://www.blackbeatmovement.com/main/videos/

 

 

DOT VIBES

I DotVibes nascono nella primavera del 2005 da un piccolo nucleo di cultori della musica reggae, con il semplice intento di divertirsi e di provare a riprodurre quell'insieme di sensazioni e sonorità che la musica reggae gli aveva trasmesso in quegli anni. Ciò che ne scaturisce è un new roots che unisce le classiche sonorità della isla jamaicana ad un'anima hip hop soul, che lascia comunque spazio all'emergere di un sound più moderno e affine allo stile reggae Europeo.
Nel maggio del 2008, la band si aggiudica la vittoria dell "Italian Reggae Contest" all'interno del progetto " European Reggae Contest " organizzato da Rototom Sunsplash e parte per un tour che li porta a calcare i palchi dei più importanti reggae festival della penisola come Rototom Sunsplash, Sikula reggae festival, Gusto dopa al sole, Sardinia Reggae festival.

Nel 2009, DotVibes, conclusa la lavorazione del primo ep "Drop the love Bomb" prodotto e mixato da Paolo Baldini e masterizzato al "Wolf Studios" di Londra, i DotVibes partono per un tour promozionale che oltre a toccare molte location italiane, li porta a concludere la promozione dell'ep in Polonia, come head liner al Reggae Dub Festival di Bielawa. Dal settembre del 2009, la band inizia la lavorazione del primo Lp, sempre targato dalla produzione di Paolo Baldini.
"Inside this bubble", questo il titolo dell'album, vede la partecipazione di artisti come Bunna degli Africa Unite, Peter Truffa dei Bluebeaters e Jacob dei Mellow Mood.

Nel 2012 pubblicano il fortunato " Now Think about it " il cui videoclip è scelto da Mtv New Generation per la rotazione televisiva ed in rete in breve tempo ottiene quasi 36.000 visualizzazioni.

A partire da venerdì 31 maggio sarà disponibile in freedownload dal sito www.dotvibes.it “Shine a Light on Me”, nuovo Ep dei DotVibes, da giugno 2013 in tour in tutta Italia.


https://www.facebook.com/pages/DotVibes/51613247879?fref=ts
http://www.dotvibes.it/
http://www.youtube.com/watch?v=4zOwPBykLOE
http://www.youtube.com/watch?v=qDVgMe841fM
http://www.youtube.com/watch?v=6vqgd44uLIM
http://www.youtube.com/watch?v=uhAhI_burKQ

 

 

EL SANTO

EL SANTO è un progetto musicale che unisce Giorgio, Daniele e Lorenzo dal 2012.

Questo nome, EL SANTO, che omaggia il misterioso lottatore messicano mascherato degli anni 60, sintetizza ed evoca le atmosfere, i colori e le sensazioni che ci hanno guidato nella realizzazione del nostro disco d'esordio: IL TOPO CHE STAVA NEL MIO MURO, registrato live in soli due giorni alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, con la produzione artistica di Pasquale De Fina.

Un disco fatto di ruvidità elettriche e asperità analogiche, di atmosfere desertiche e liriche sarcastiche. Un disco nato sull'onda dell'urgenza di filmare un momento preciso delle nostre vite.

Ecco cosa ci ha ispirato. Ecco cosa è, più o meno, El Santo

http://www.youtube.com/watch?v=-3fqW-3qpCE

http://www.elsanto.IT

https://www.facebook.com/elsantoband

 

 

 

DIRTY BASTARD

Il progetto Dirty Bastards nasce nel 2007 con l'intenzione di realizzare uno show occasionale in omaggio a un amico scomparso, riunendo su un solo palco musicisti veterani dell’area tra Varese e Milano per un concerto in cui si andavano a combinare le passioni comuni per la musica rock e quella folk e tradizionale irlandese e nord Europea, tra chitarre elettriche, mandolini, banjo, violino e molto altro ancora. Da quello che sarebbe dovuto essere un unico concerto, trascinati dall’entusiasmo del pubblico e dalla passione inesauribile per la musica, è nata un’avventura che prosegue ancora oggi e che ha portato la band a realizzare oltre 200 concerti in pochi anni, esibendosi nei maggiori club e festival rock e folk così come alle principali feste celtiche (con artisti quali Vincenzo Zitello, Orthodox Celts, Carlo Nunez, etc…), passando anche per piccoli pub e rifugi alpini, sino ad arrivare, nel 2012 a Torino e poi nel 2013 all’Alcatraz di Milano, a condividere il palco con la rinomata celtic punk band Dropkick Murphys (USA). Sempre al 2012 risale un busking tour che ha portato i Dirty Bastards a suonare, con responsi sorprendenti, per le strade di Irlanda, Galles e Inghilterra assieme ad alcuni dei musicisti della zona. Con il recente ingresso nella band di Luca Crespi (Uilleann Pipes, tin whistle e flauto irlandese), uno dei più conosciuti e apprezzati musicisti nell’area tradizionale irlandese, nonché fondatore degli Inis Fail, e con l’uscita del nuovo EP “Up the Bastards!” nel febbraio 2013, i Dirty Bastards si pongono oggi come una delle più stimate e promettenti realtà dell’area folk/rock.

“A good song is communicating with people. Entertainment is a different area” -­ Ronnie Drew

Line-­up: Guido Domingo: voce, bodhran, chitarra acustica
Lorenzo Testa: tenor banjo, mandolino, armonica
Silvano Ancellotti: chitarra elettrica e acustica
Luca Crespi: uilleann pipes, tin whistle, flauto irlandese
Roberto Orlando: basso Francesco Fabris: batteria, cajon, percussioni
Michela Paganini: violino

Websites:
www.dirtybastards.it
www.facebook.com/UBDirtyBastards
www.twitter.com/UBDirtyBastards
www.reverbnation.com/UBDirtyBastards

 

 

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Festoria 2013 - 5-8 settembre

GUARDA tutti i VIDEO!!!

foto a caso...

Festoria... che storia!

GUARDA tutti i VIDEO!!!

Festoria 2012 - 6-9 settembre

GUARDA tutti i VIDEO!!!

vieni a trovarci su..

Facebook Group MySpace YouTube



XHTML and CSS.